mercoledì 7 marzo 2012

Ti sento parlare e mi sembra di essere con te in sala di montaggio mentre ti emozioni per un'inquadratura: il lento movimento di macchina, i cadaveri che si scoprono, il senso che oltrepassa la rappresentazione. Forse è questo il motivo per cui preferisco posticipare il giorno in cui girerò di nuovo.

martedì 6 marzo 2012

Guardo il cielo, chiudo gli occhi e vedo nel buio le forme delle nuvole. Riapro gli occhi e vedo decine di mosche volarmi a fianco: sono i miei pensieri?

domenica 4 marzo 2012

Sento la febbre nello stomaco, sulle braccia. Forse è questa la condizione di chi è imprigionato. Torna qui: non sbaglierò ancora.