domenica 3 giugno 2012

"I ricordi si appannano, ecco il punto. Se la memoria non si appannasse non avremmo il coraggio idiota di fare, e rifare, e rifare le cose che ci straziano."
Joyce Carol Oates - Una famiglia americana

1 commento:

  1. e fai l'albero di natale, con tante lucette.
    e poi ti passi 4 ore a cazzeggiare in internet, senza ragione, che tanto tuo marito fa il turno di notte; ti dimentichi che domattina, verso le 8 al massimo, la piccolina si sveglierà e tu pure, per starle dietro.
    la tv è spenta, finalmente. l'inerzia su internet è un'inerzia meno inerte. spulci e poi un po' ti stimola anche la mente, la creatività, ti ri-porta a spasso nel tempo.
    ed ecco. passi 4 ore a farti i fattacci altrui, cercando tra perle del 2005 o giù di lì. meglio: ti ri-fai i fattacci tuoi del 200..e giù di lì.
    voli, e ti sembra quasi di avere 20 anni.
    torni per un momento in piazza Dante sotto la neve, poi voli in Sicilia, e poi qua e là.
    Dai un occhio al telefono e vedi che segna l'1.41. Rinsavisci. e poi ti fermi ancora un istante: chi era in Sicilia è quasi-sposato, tutte. La neve in piazza Dante ora non c'è.
    Nella stanzetta di là c'è la piccola che dorme. Le dai un'occhiata e ritorni nel qui ed ora, e sei felice.

    è stato bello vivere il 2000 e picco
    ma è più bello vivere il 2012.

    rimane solo un po' quella fiammella, quella voglia di mantenere un po' quei 20 anni che son passati.
    per questo pensieri, pezzi di film, robe del genere.

    perché aver famiglia, esser mamma, non lascia molto tempo per l'ozio.
    ma un po' sì.

    E questo perché qualcosa tu centri con quei ricordi.

    RispondiElimina